• Pubblicata il:
  • Autore: LOLITA
  • Pubblicata il:
  • Autore: LOLITA

PORNOSTAR FAI DA TE - inizio

pornostar FAI DA TE (inizio) Rodi Garganico è un paesone della provincia di Foggia affacciato sul mare Adriatico, poco popolato in inverno, ma molto frequentato in estate. Da circa 3 mesi, gestisco una tabaccheria-edicola di proprietà di mio marito. Tra me e lui ci sono 25 anni di differenza e ci siamo conosciuti in un modo un po' particolare. Avevo 19 anni e facevo la cameriera all'hotel , la paga era discreta, però la stagione iniziava a giugno, finiva a settembre ed il lavoro era massacrante. 8 mesi senza guadagnare un euro e zero prospettive per il futuro. Il mio fidanzato studiava all'Università di Foggia e si faceva mantenere dai suoi. Per gioco e per ingannare il tempo in inverno, quell'anno io ed un'amica riprendevamo con la webcam degli spoglarelli improvvisati, li mettevamo su YouTube e, nella didascalia, scrivevamo due numeri di cellulare anonimi, aperti per l'occasione. Indossavamo la maschera di Marilyn Monroe ed invitavamo gli abitanti del paese a telefonare dalle 3 alle 5 del pomeriggio se avevano individuato chi eravamo, con nome, cognome e indirizzo. Il premio consisteva nel trascorrere una serata in un ristorante piuttosto lontano da Rodi in compagnia della ragazza Naturalmente tutte le spese, auto compresa, erano a carico del vincitore che, volendo, poteva anche fare un regalino facoltativo per ripetere l'sperienza. Per una settimana, ci siamo limitate ad uno spoglarello in coppia. Io svestivo lei e lei svestiva me (prima la camicetta, poi la gonna, le calze, il reggiseno, ecc.). Rimanevamo completamente nude ed avvicinavamo la figa alla webcam fino ad un primo piano dettagliato. Poi, abbiamo arricchito lo spettacolo con baci, toccamenti e sesso orale. Lei mi succhiava i capezzoli e mi leccava la fica, io godevo sospirando e tremando. Ricambiavo il favore, L,e leccavo vagina e clitoride, la scopavo con un vibratore finchè non godeva anche lei gridando. Mi appello al quinto emendamento. Non vi dirò mai se gli orgasmi erano veri o fasulli. Ma Iin quel periodo è scoppiato il finimondo! Bastarono due settimane e le visualizzazioni schizzarono a 5mila, 20mila, 50mila. Il gioco stava diventando pericoloso e noi non riuscivamo più a leggere tutti gli sms di risposta. Decidemmo di chiudere il concorso online e di rispondere soltanto ai due che ci erano sembrati più gentili. Il mio si chiamava Enrico Amedeo (che già sembrava un nome da ricco oppure nobile) ed aveva scritto questo sms parafrasando una celebre canzone napoletana: "Non mi importa del passato, non mi importa chi t'ha avuto, sposami e resta con me, con me." CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!